CERCA NEL BLOG:

lunedì 6 febbraio 2017

Nel cuore e negli occhi: scatti rubati al tempo e storie dietro l'obiettivo


Da domenica 5 febbraio un nuovo appuntamento:
La nuova rubrica dedicata ai brevi istanti che arricchiscono la nostra vita. 
Non parole, ma immagini.
Ogni domenica un post. La prima immagine (un inedito personale domenica 12 febbraio).
Vi aspetto!
______________________________________________________________________________
Di cosa tratterà la rubrica?

Ogni giorno incontriamo persone, incrociamo sguardi, udiamo voci, percepiamo profumi, viviamo emozioni ... siamo spettatori volontari o involontari della vita di una moltitudine di individui che ci circonda, passa accanto, sfiora, a volta spinge o strattona.
Quante storie in quei pochi e fugaci momenti che riempiono le nostre giornate e a volte popolano i nostri pensieri.
Brevi istanti che non si ripeteranno mai più in quel modo così "unico".

La vita di ciascuno è il risultato di sequenze di singoli e singolari attimi, che a volte generano segni così profondi, nei pensieri e nelle emozioni, da far sì che lunghi periodi non siano sufficienti a modificare la traccia lasciata. Parlando con i miei pazienti, mi è sempre più chiara l'importanza di quei brevi lassi temporali in cui si è verificato un evento che ha condizionato una vita intera. Pensando a loro e pensando a me stessa, ancora mi stupisce il mistero di come una "cosa" così piccola possa produrre ripercussioni tanto grandi.
Questa rubrica raccoglie fotografie e riflessioni di un amico, viaggiatore eclettico e curioso, persona inusuale proprio come il suo nome: Mr. Barone Rabat. 

Brevi e fugaci istanti "rubati" a qualcuno, che nel cammino della propria vita ha incrociato la sua, che nell'unicità della propria giornata è stato guardato, ha stupito, affascinato e catturato l'osservatore ...per un breve ed unico attimo, bloccato in uno scatto e congelato nel tempo.


_____________________________________________________________________________

"Sono un viaggiatore ... un viaggiatore che viaggia sognando, e che sogna viaggiando. Uno che ha il “tam tam” del mondo che batte nel cuore, uno che davanti ad una foto si incanta e viaggia con la fantasia sentendo il prurito salire dai piedi fino alla pancia e … immaginando già un aereo pronto al decollo. Sono un viaggiatore che ha bisogno di allontanarsi per ritornare vicino, che deve respirare aria di paesi lontani, un viaggiatore che osserva, che immagina, che ha una storia negli occhi e una nel cuore … da raccontare, o a volte da tacere per lasciar parlare le immagini. Sono un viaggiatore che sogna."